1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Provincia di Agrigento
Sei in: Home » News » 2017 » Dicembre » Il primo numero stampato nel 1977 di "Agrigento: Nuove Ipotesi" disponibile on line nel sito dell'Ente

Contenuto della pagina

Il primo numero stampato nel 1977 di "Agrigento: Nuove Ipotesi" disponibile on line nel sito dell'Ente

 

Pubblicato sul sito dell'Ente www.provincia.agrigento.it il primo numero di "Agrigento: Nuove Ipotesi". Si tratta della copia in pdf della rivista finita di stampare il 15 dicembre 1977.
Per visualizzare il primo numero della rivista "Agrigento: Nuove Ipotesi" bisogna digitare http://www.provincia.agrigento.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/4421.
Nel numero uno sono presenti articoli scritti da Giovanni Avenia, Angelo Buscaglia, Corrado Catania, Franco Chibbaro, Lillo Craparo, Pietro D'Anna, Turi Gaglio, Pasquale Gambino, Ignazio Gennaro, Salvatore Gilotti, Mario La Loggia, Diego La Verde, Giuseppe Nicosia, Rosario Manganella Milioto, Gregorio Siracusa, Agostino Spataro, Vincenzo Todaro. Per la sua realizzazione collaborarono Aldo Bazan per i servizi fotografici e Domenico Albanese per la grafica. Il Direttore responsabile della rivista era il giornalista Salvatore Gilotti. Tra gli argomenti trattati alcuni sono ancora di stretta attualità: il futuro del "Liberi Consorzi" già identificati nel 1977, il possibile collasso del sistema pensionistico e la realizzazione dell'aeroporto di Agrigento.
 "Agrigento: Nuove Ipotesi", la rivista  del Libero Consorzio Comunale di Agrigento viene realizzata on line, interamente, dallo staff giornalistico dell'Ufficio Stampa, la struttura all'interno dell'ente prevista dalla Legge 150 del 2000, che si occupa delle attività di informazione dell'Ente. Si tratta dell'unica rivista della nostra provincia e tra le poche in Sicilia pubblicata da una Istituzione Pubblica. La scelta dell'utilizzo della versione digitale del periodico nel formato pdf, rispetto all'edizione cartacea, garantisce al lettore di scaricare la rivista comodamente nel proprio p.c., tablet o smartphone, oltre a rappresentare un abbattimento dei costi.