1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Provincia di Agrigento
Sei in: Home » URP e Stampa » Rassegna stampa » 2019 » Novembre » rassegna stampa del 5 novembre 2019

Contenuto della pagina

 

rassegna stampa del 5 novembre 2019

SCRIVOLIBERO

Sicurezza nelle scuole: il Libero Consorzio svolgerà indagini su alcuni istituti di Agrigento e Sciacca

   Il Libero Consorzio Comunale di Agrigento svolgerà, su alcuni edifici scolastici di propria competenza (ricadenti in zona sismica 2) la valutazione della sicurezza con indagini diagnostiche e verifiche tecniche per la valutazione del rischio sismico. E' stato infatti pubblicato sul sito istituzionale dell'Ente il bando di gara per avvio di una procedura aperta, gestita mediante richiesta d'offerta (RDO, n.2407000) sul MEPA, del valore complessivo di 220.000,00 euro più Iva e altri oneri, per l'esecuzione di queste importanti verifiche previste dall'Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3274 del 2003. L'esatta denominazione del bando di gara è "Esecuzione di indagini diagnostiche ed effettuazione delle verifiche tecniche finalizzate alla valutazione del rischio sismico degli edifici scolastici nonché al consequenziale aggiornamento della relativa mappatura, previste dall'O.P.C.M. n.3274 del 20 marzo 2003 relative ad edifici di proprietà della Provincia Regionale di Agrigento siti nel Comune di Agrigento e nel Comune di Sciacca. (Avviso per l'assegnazione di contributi a regia regionale pubblicato in GURS n.31 del 28/07/2017)". Le indagini riguardano i seguenti edifici scolastici nei comuni di Agrigento e Sciacca: - I.T.G. Brunelleschi ed I.P.S.A.A.R. N. Gallo Agrigento - I.P.S.S.A.R.N. Gallo (Auditorium)Agrigento - I.T.G. Brunelleschi (Palestra) Agrigento - I.I.S.S. A. Miraglia (Aule e Palestra) Sciacca - I.I.S.S. A. Miraglia (Laboratori) Sciacca - Istituto d'Arte Bonachia (palestra) Sciacca - Istituto d'Arte Bonachia Sciacca - Istituto Alberghiero Molinari Sciacca Il termine per la presentazione delle offerte in modalità telematica scadrà alle ore 12:00 del prossimo 18 novembre. Il criterio di assegnazione è quello dell'offerta economicamente più vantaggiosa (somma dei punteggi ottenuti da offerta tecnica ed offerta economica). Il bando di gara e i relativi allegati sono consultabili sul sito www.provincia.agrigento.it, sezione gare e appalti.


LIVESICILIA
PALERMO "Lavori pubblici in Sicilia Necessari appalti in tempi brevi"

PALERMO - "I finanziamenti sbloccati dalla Regione per dare il via ad opere per oltre 200 milioni in Sicilia sono una notizia che aspettavamo da tempo. Di questi, sembra che solo una piccola parte riguarderà interventi nell'Area Metropolitana di Palermo, ma perché tutto ciò abbia davvero una ricaduta positiva sulle imprese edili dell'Isola, è fondamentale fare immediatamente le gare d'appalto". Ad affermarlo è il presidente di Ance Palermo Massimiliano Miconi. "L'idea del presidente della Regione Musumeci di una legge straordinaria per la Sicilia in materia di appalti - continua Miconi - ci trova d'accordo se non nella forma, certamente nella sostanza, purché non comporti un allungamento delle procedure di gara per i lavori già finanziati. Successivamente, per tutte le altre opere, si potrà pensare ad una sorta di "Piano Marshall" per la Sicilia, che possa prevedere poteri speciali per settori nevralgici come quello degli appalti pubblici, in modo che le opere, dopo essere state progettate, possano anche essere appaltate senza che debbano passare sette o otto anni come avviene adesso e come è avvenuto negli anni passati. Nei prossimi giorni - conclude Miconi - chiederemo un incontro al Presidente Musumeci e agli Assessori Regionali ai Lavori pubblici, al Territorio e Ambiente, Acqua e Rifiuti, per affrontare e confrontarci su tutti questi temi e sostenere le nostre istanze, nell'ottica di una concreta, trasparente e competente sinergia".

GRANDANGOLO
Esposizione uniformi e cimeli dei Cc, il colonnello Pellegrino: "importante la presenza dei giovani" di Irene Milisenda

In occasione della Festa delle Forze Armate, il Comando Provinciale dei Carabinieri di Agrigento, ha allestito anche quest'anno presso il punto informazione un stand espositivo di uniformi storiche e cimeli. Oltre alle autovetture e alle moto utilizzate quotidianamente dai Carabinieri, all'interno dello stand i militari della Sezione Investigativa Scientifica del Nucleo Investigativo provinciale hanno esposto materiale per il repertamento sulla scena del crimine. "Veniamo da una bella festa che si è svolta a San Biagio Platani, e anche i Carabinieri, con questo esposizione, hanno voluto condividere un momento conviviale con la città", ha dichiarato il Colonnello Giovanni Pellegrino. "Ci fa piacere la presenza di studenti giovani e giovanissimi, un' occasione per loro per porre domande alle tante curiosità riguardo l'Arma e ci auguriamo che anche nella giornata di domani, ultimo giorno dell'esposizione, ci sia una grande partecipazione", ha concluso il colonnello Pellegrino.

LA SICILIA
MANUTENZIONE SP MAZZARINO-CIMIA E MANTO PER RIESI

Libero Consorzio comunale.

Procedura negoziata per i due interventi da realizzare con aggiudicazione all'impresa di Emanuele Capizzello di Gela. Ancora un appalta di lavori sulla rete viaria di propria competenza è stato assegnato dal Libero Consorzio comunale di Caltanissetta, nel novero degli interventi finanziati dalla Regione Siciliana, tramite l'Assessorato alle Infrastrutture e alla Mobilità (fondi ex Fas). Si tratta dei lavori di messa in sicurezza della strada provinciale n. 13 "Mazzarino - Cimia" e di sistemazione del piano viario della Sp. n. 27 "Mazzarino - Riesi", dipendenti da un unico progetto del complessivo importo di 249.200 euro di cui 200.000 per lavori. L'iter dell'appalto ha seguito la procedura negoziata mediante richiesta d'offerta sul Me. Pa. (Mercato Pubblica Amministrazione). A conclusione del pubblico incanto, l'aggiudicazione è avvenuta a favore dell'impresa Capizzello Emanuele srl di Gela che ha offerto il ribasso d'asta del 27,7981 per cento, in un lotto di 19 imprese concorrenti. Le due strade interessate assumono importanza di rilievo per i collegamenti che assicurano e per la presenza lungo esse di numerose aziende agricole e commerciali, per cui sono soggette; ad intenso traffico veicolare. In particolare, la Sp. 13 collega l'area di Mazzarino con alcum comum della provincia di Catania, mentre la Sp. 27 consente di raggiungere, tramite la statale 191, la statale 626 in corrispondenza del bivio Iudeca. Sulla Sp.13 dovrà essere eliminata la frana al km. 11: nel tratto di scarpata ceduto saranno realizzate gabbionate di contenimento e una canaletta di scolo acque, con rifacimento della pavimentazione stradale, collocazione di barriere di sicurezza e dell'opportuna segnaletica. Interventi di sistemazione del piano viario (per un tratto di 2 chilometri) riguarderanno invece la Sp. 27 dove verrà rifatto il manto stradale in conglomerato bituminoso e realizzata la segnaletica orizzontale. Progettista e direttore dei lavori è l'ing. Antonio Siracusa, mentre responsabile unico del procedimento e l'ing. Salvatore Notarstefano, entrambi funzionari dell'ufficio tecnico provinciale. Il termine per l'esecuzione delle opere è stato fissato in 90 giorni dalla loro consegna.


SLITTA A DOMANI LA RIUNIONE DELLA COMMISSIONE DELL'ATO IDRICO

Slitta a domani la riunione della commissione tecnica dell'Ato Idrico Integrato in liquidazione che non si è svolta ieri. Lo spostamento della riunione a domani era stato chiesto dal sindaco di Gela Lucio Greco per improrogabili impegni istituzionali ed è stata accolta dal presidente della commissione Rosalba Panvini. C'è un'altra novità ed è costituita dalla conferma a componente della commissione del rappresentante della Regione, ossia del dirigente del dipartimento regionale dell'acqua e dei rifiuti Achille Furioso, che è stato trasferito ad altro servizio e avrebbe dovuto lasciare l'incarico ed essere sostituito. Invece continuerà a far parte della commissione. Ed è meglio che sia finita così perché il sostituto di Achille Furioso avrebbe chiesto tempo per capire lo svolgimento sin qui dei lavori della commissione. Una ulteriore novità è che nella maggior parte dei Comuni della provincia sono state convocate riunioni straordinarie e monotematiche dei consigli comunali con all'ordine del giorno lo stato del servizio di distribuzione idrica effettuato nei singoli Comuni dal gestore Caltaqua ed eventuali inadempienze accertate a carico della società spagnola. Così facendosi vogliono dare alla commissione ulteriori elementi da valutare per la redazione della relazione-finale che dovrà trasmettere alla Regione per dire in maniera inequivocabile se ci sono o meno inadempienze da parte di Caltaqua per stabilire se a carico di quest'ultima debbono essere mossi rilievi che possono sfociare anche nella rescissione del contratto di gestione. Sinora la commissione non si è pronunciata in maniera chiara e l'assessore regionale Alberto Pierobon l'ha richiamata alle proprie responsabilità.

IL LIBERO CONSORZIO AVVIA LE INDAGINI DIAGNOSTICHE PER ALCUNE SCUOLE

   Sicurezza nelle scuole, sotto la lente d'ingrandimento del Libero Consorzio comunale alcuni istituti, di proprietà dell'Ente, di Agrigento e Sciacca. A tal proposito, il Libero Consorzio ha pubblicato il bando di gara per avviare la valutazione della sicurezza con indagini diagnostiche e verifiche tecniche per la valutazione del rischio sismico. Due gli edifici scolastici del comune capoluogo oggetto di verifiche, si tratta dell'istituto tecnico per geometri Brunelleschi e della relativa palestra, del professionale Gallo e del pertinente auditorium. A Sciacca le indagini e le verifiche saranno condotte nelle aule, palestra elaboratori dell'istituto Miraglia, all'istituto d'arte Bonachia e nella relativa. palestra e all'alberghiero Molinari. Un "atto dovuto" quello del Libero Consorzio, emesso in osservanza dell'ordinanza (la numero 3274 del 2003) del presidente del Consiglio dei ministri. Il bando, oltre all'esecuzione di indagini diagnostiche e all'esecuzione di verifiche tecniche per la valutazione del rischio sismico. degli. edifici scolastici, prevede anche il "consequenziale aggiornamento della relativa mappatura" perun costo complessivo di 220mila euro, oltre Iva e altri oneri, usufruendo di contributi a regia regionale. Negli edifici scolastici, dunque, saranno condotte campagne di indagine diagnostica delle strutture, indagini geologiche e geotecniche, modellazioni numeriche, analisi strutturali, individuazione e dimensionamento di massima degli eventuali interventi di adeguamento, divisi in due fasi. In un primo momento sarà redatta la perizia tecnica esecutiva, quindi la relazione descrittiva dei livelli di acquisizione dei dati e di conoscenza della struttura. Subito dopo si passerà all'attuazione delle verifiche tecniche e alla redazione della perizia consuntiva di valutazione dei livelli di rischio. RITA BAIO