1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
/ Rassegna stampa » 2022 » Giugno » 20 » rassegna stampa del 18, 19 e 20 giugno 2022
 

rassegna stampa del 18, 19 e 20 giugno 2022

GRANDANGOLO

Libero Consorzio di Agrigento, aggiudicato appalto manutenzione scuole
Il Libero Consorzio Comunale di Agrigento interverrà su alcuni immobili scolastici di sua competenza grazie all'accordo quadro annuale per la manutenzione straordinaria con un solo operatore economico. Con determinazione dirigenziale del Settore Infrastrutture Stradali, Edilizia Scolastica, Patrimonio e Manutenzione è stata infatti approvata la proposta di aggiudicazione della relativa gara d'appalto, il cui iter si era concluso qualche giorno addietro.
I lavori saranno eseguiti dall'impresa SURIANO MICHELANGELO con sede a Borgetto (PA) che ha offerto il ribasso del 28,899% sui prezzi unitari per un importo contrattuale complessivo di 255.066,01 euro più Iva. Nei prossimi giorni è prevista la firma del contratto di appalto, ultimo step prima della consegna dei lavori.
La procedura di gara, alla quale hanno preso parte 174 imprese, è stata effettuata in modalità telematica tramite indagine di mercato ai sensi della Legge 120/2020.
Le scuole interessate dai lavori programmati dallo staff tecnico del Libero Consorzio sono le seguenti:
- Liceo Scientifico "Leonardo" Agrigento 
- I.T.C.E.T. "L. Sciascia" Agrigento 
- I.I.S."G. Galilei" Canicattì 
- I.I.S.- Liceo Classico "Ugo Foscolo" Canicattì 
- Liceo Scientifico "Sciascia" associato all' I.I.S. "Ugo Foscolo" Canicattì
- Liceo Classico "Linares" Licata 
- I.I.S. "Re Capriata" Licata 
- I.I.S. "E. Fermi" Licata 
- I.T.C.eG. "Curella" I.I.S. "E. Fermi" Licata 
- I.T.C."Federico II" Naro 
- I.I.S -I.P.C. sezione staccata "N. Gallo" di Agrigento 
- I.T.C.E.T. sezione staccata "Sciascia" di Agrigento a Porto Empedocle 
- I.P.I.A.M."Miraglia"-I.I.S "Don Michele Arena"- Sciacca 
- I.I.S "Don Michele Arena"-I.P.C. "Friscia"  Sciacca 
- Liceo Classico "Empedocle" Agrigento 
- Istituto Magistrale Liceo Scientifico e Scienze Umane "Politi" Agrigento 
- Istituto Magistrale "M. L. King " Favara 
- Liceo Scientifico "E. Majorana" Lampedusa. 

AGRIGENTONOTIZIE

RiberaIstruzione, Il "Toscanini" di Ribera sarà un conservatorio statale
Il processo era iniziato nel 2019, in forza di questo accordo la scuola otterrà fondi e non soloRedazione 
L'Istituto superiore di studi musicali "Arturo Toscanini" di Ribera diventerà un conservatorio di Stato.
Il governo Musumeci ha infatti approvato lo schema di convenzione sottoscritto da ministero dell'Istruzione e della ricerca, Regione Siciliana, Libero Consorzio comunale di Agrigento e Comune di Ribera, e che regola i rapporti attuali e futuri tra le parti in vista della statalizzazione dell'istituto agrigentino.
In forza di questa convenzione, la Regione erogherà, un contributo di 150 mila euro nel triennio 2021-2023 per supportare i costi di funzionamento e di gestione dell'Istituto fondato dall'ex Provincia di Agrigento nel 1991. In aggiunta, sarà erogato un secondo contributo regionale per il funzionamento amministrativo e didattico, come previsto dalla legge regionale 6/2000, il cui importo sarà stabilito annualmente in legge di bilancio. 
Il Ministero, invece, oltre a monitorare il rispetto degli impegni assunti sulla base di questa Convenzione, si farà carico delle spese per il personale e assegnerà all'istituto Toscanini le relative risorse destinate alle Afam statali (comparto Alta formazione artistica musicale e coreutica). 
Il comune di Ribera e il Libero consorzio comunale di Agrigento, infine, dovranno garantire il pagamento di eventuali debiti pregressi e assicureranno l'uso gratuito degli immobili già impiegati dall'istituto musicale (rispettivamente in Corso Umberto I e in via Roma, a Ribera). 
Il processo di statalizzazione è partito nel 2019.

RIPOST

Ribera: Il conservatorio musicale Toscanini al SiciliaPop di Selinunte per tre giorniDopo la presentazione della Festa della Musica Italiana in conferenza stampa al Ministero Italiano della Cultura, al via l'anteprima nazionale con il SICILIAPOP SELINUNTE 2022 il 19 giugno alle ore 21.00 al Parco Archeologico di Selinunte in diretta streamig sul canale dell'Europa e alla presenza di una delegazione del Parlamento Europeo. L'evento sarà ad ingresso gratuito sino ad esaurimento posti e 3 euro per l'ingresso al parco. Info sito www.coopculture.it.
Il SICILIAPOP SELINUNTE 2022 intende rievocare e celebrare i 50 anni dalla prima Woodstock italiana PALERMOPOP che si svolse dal 1970 al 1972, in occasione della Festa Europea della Musica. L'evento che, insieme ad altre 39 città selezionate del mondo, ha altresì il privilegio di rappresentare l'Italia per i festeggiamenti dedicati ai 40 anni di "Fetè de la Musique" francese, è organizzato dalla FEMURS ( Federazione Musicale Regionale Siciliana dei Conservatori di Musica di Ribera-Agrigento, Messina e Trapani) e dal Parco Archeologico di Selinunte, Cave di Cusa e Pantelleria in collaborazione con Commissione Europea, MIC, MUR, il Ministero e il Dipartimento delle Politiche Giovanili e Servizio Civile Universale presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Conservatorio di Napoli, Assessorato Turismo e Spettacolo e Assessorato BB.CC. e Identità Siciliana della Regione Siciliana, AIPFM e con il patrocinio di SIAE RAI e distretto turistico Costa del Mito.
Al SICIIAPOP di Selinunte gemellato con evento organizzato da Roma BPA (Best Practices Award) che si terrà lo stesso giorno a Villa Pamphili per rievocare il Festival Pop svoltosi nella capitale dal 1970 al 1972, presenterà Carlo Massarini coadiuvato da Valeria Milazzo. Protagoniste le Band dei Conservatori di Musica con più di 60 musicisti impegnati in un excursus della storia del pop rock dagli anni '70 fino ai giorni nostri in cui si darà spazio anche a brani originali composti appositamente per l'occasione. Il cast dei musicisti sarà impreziosito da illustri ospiti quali il giornalista Sergio Buonadonna, la cantante jazz Daria Biancardi con un omaggio ad Aretha Franklin e il direttore d'orchestra, produttore e pluripremiato compositore Maurizio Filardo.
Un programma musicale che attraverserà il tempo in una splendida cornice, quella del Parco Archeologico di Selinunte, che il tempo lo ha attraversato in maniera imponente e straordinaria. L'evento sarà realizzato al cospetto dei Templi e nella grande spianata del parco Archeologico alla presenza di una delegazione della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea.

SICILIATV
Aggiudicato l'appalto per la manutenzione nelle scuole

Nino Ravanà
Il Libero Consorzio Comunale di Agrigento interverrà su alcuni immobili scolastici di sua competenza grazie all'accordo quadro annuale per la manutenzione straordinaria con un solo operatore economico. Con determinazione dirigenziale del Settore infrastrutture stradali, edilizia scolastica, patrimonio e manutenzione è stata infatti approvata la proposta di aggiudicazione della relativa gara d'appalto, il cui iter si era concluso qualche giorno addietro.
I lavori saranno eseguiti dall'impresa "Suriano Michelangelo" con sede a Borgetto (Pa) che ha offerto il ribasso del 28,899% sui prezzi unitari per un importo contrattuale complessivo di 255.066,01 euro più Iva. Nei prossimi giorni è prevista la firma del contratto di appalto, ultimo step prima della consegna dei lavori. La procedura di gara, alla quale hanno preso parte 174 imprese, è stata effettuata in modalità telematica.
Le scuole interessate dai lavori programmati dallo staff tecnico del Libero Consorzio sono le seguenti: Liceo Scientifico "Leonardo" di Agrigento; I.T.C.E.T. "L. Sciascia" di Agrigento; I.I.S."G. Galilei" di Canicattì; I.I.S.- Liceo Classico "Ugo Foscolo" di Canicattì; Liceo Scientifico "Sciascia" associato all' I.I.S. "Ugo Foscolo" di Canicattì; Liceo Classico "Linares" di Licata; I.I.S. "Re Capriata" di Licata; I.I.S. "E. Fermi" di Licata; I.T.C.G. "Curella" e I.I.S. "E. Fermi" di Licata; I.T.C. "Federico II" di Naro.


COMUNICALO
Istruzione, approvata convenzione per trasformare l'istituto Toscanini di Ribera in Conservatorio statale
Dopo tre anni d'attesa l'Istituto superiore di studi musicali "Arturo Toscanini" di Ribera, in provincia di Agrigento, diventerà Conservatorio di Stato. È stato approvato dal governo Musumeci lo schema di convenzione sottoscritto da ministero dell'Istruzione e della ricerca, Regione Siciliana, Libero Consorzio comunale di Agrigento e Comune di Ribera, e che regola i rapporti attuali e futuri tra le parti in vista della statalizzazione dell'istituto agrigentino. «È un grande risultato - commenta l'assessore regionale all'Istruzione e formazione Alessandro Aricò - che premia gli sforzi fatti da tutte le istituzioni coinvolte. Dopo le difficoltà economiche vissute negli ultimi anni, e che ne hanno messo a rischio il proseguimento delle attività, con il passaggio allo Stato mettiamo finalmente in sicurezza l'Istituto di Ribera, riferimento prestigioso per la provincia di Agrigento, e diamo un'opportunità in più a tanti giovani del territorio che desiderano intraprendere una carriera nel mondo della musica».
In base a questa convenzione la Regione erogherà, come già fatto dal 2018 al 2020, un contributo di 150 mila euro nel triennio 2021-2023 per supportare i costi di funzionamento e di gestione dell'Istituto fondato dall'ex Provincia di Agrigento nel 1991. In aggiunta, sarà erogato un secondo contributo regionale per il funzionamento amministrativo e didattico, come previsto dalla legge regionale 6/2000, il cui importo sarà stabilito annualmente in legge di bilancio. Il Ministero, invece, oltre a monitorare il rispetto degli impegni assunti sulla base di questa Convenzione, si farà carico delle spese per il personale e assegnerà all'istituto Toscanini le relative risorse destinate alle Afam statali (comparto Alta formazione artistica musicale e coreutica). Il comune di Ribera e il Libero consorzio comunale di Agrigento, infine, dovranno garantire il pagamento di eventuali debiti pregressi e assicureranno l'uso gratuito degli immobili già impiegati dall'istituto musicale (rispettivamente in Corso Umberto I e in via Roma, a Ribera).
Il processo di statalizzazione, come previsto dall'art. 22 della legge 96/2017, è stato avviato nel 2019 con l'istruttoria della Commissione interministeriale che ha valutato, tra i tanti parametri considerati, fattori come la qualità delle attività svolte, l'adeguatezza delle strutture, il reclutamento dei docenti e il numero delle iscrizioni. Superato questo primo passaggio, la Commissione ha realizzato lo schema di Convenzione e richiesto l'adozione dell'odierna delibera da parte della giunta regionale. Adesso la convenzione sarà allegata al decreto che dovrà firmare il ministro dell'Istruzione e che sancirà ufficialmente la nascita del Conservatorio statale "Arturo Toscanini" di Ribera.

GDSonline

ISTRUZIONEApprovata la convenzione: l'istituto Toscanini di Ribera diventa Conservatorio statale
Dopo tre anni d'attesa l'Istituto superiore di studi musicali "Arturo Toscanini" di Ribera, in provincia di Agrigento, diventerà Conservatorio di Stato. È stato approvato dal governo Musumeci lo schema di convenzione sottoscritto da ministero dell'Istruzione e della ricerca, Regione Siciliana, Libero Consorzio comunale di Agrigento e Comune di Ribera, e che regola i rapporti attuali e futuri tra le parti in vista della statalizzazione dell'istituto agrigentino. «È un grande risultato - commenta l'assessore regionale all'Istruzione e formazione Alessandro Aricò - che premia gli sforzi fatti da tutte le istituzioni coinvolte. Dopo le difficoltà economiche vissute negli ultimi anni, e che ne hanno messo a rischio il proseguimento delle attività, con il passaggio allo Stato mettiamo finalmente in sicurezza l'Istituto di Ribera, riferimento prestigioso per la provincia di Agrigento, e diamo un'opportunità in più a tanti giovani del territorio che desiderano intraprendere una carriera nel mondo della musica».
In base a questa convenzione la Regione erogherà, come già fatto dal 2018 al 2020, un contributo di 150 mila euro nel triennio 2021-2023 per supportare i costi di funzionamento e di gestione dell'Istituto fondato dall'ex Provincia di Agrigento nel 1991. In aggiunta, sarà erogato un secondo contributo regionale per il funzionamento amministrativo e didattico, come previsto dalla legge regionale 6/2000, il cui importo sarà stabilito annualmente in legge di bilancio. Il Ministero, invece, oltre a monitorare il rispetto degli impegni assunti sulla base di questa Convenzione, si farà carico delle spese per il personale e assegnerà all'istituto Toscanini le relative risorse destinate alle Afam statali (comparto Alta formazione artistica musicale e coreutica). Il comune di Ribera e il Libero consorzio comunale di Agrigento, infine, dovranno garantire il pagamento di eventuali debiti pregressi e assicureranno l'uso gratuito degli immobili già impiegati dall'istituto musicale (rispettivamente in Corso Umberto I e in via Roma, a Ribera). Il processo di statalizzazione, come previsto dall'art. 22 della legge 96/2017, è stato avviato nel 2019 con l'istruttoria della Commissione interministeriale che ha valutato, tra i tanti parametri considerati, fattori come la qualità delle attività svolte, l'adeguatezza delle strutture, il reclutamento dei docenti e il numero delle iscrizioni. Superato questo primo passaggio, la Commissione ha realizzato lo schema di Convenzione e richiesto l'adozione dell'odierna delibera da parte della giunta regionale. Adesso la convenzione sarà allegata al decreto che dovrà firmare il ministro dell'Istruzione e che sancirà ufficialmente la nascita del Conservatorio statale "Arturo Toscanini" di Ribera.


Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO