1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
/ Comunicati stampa » 2007 » Maggio » Ad Agrigento la conclusione del progetto Life Del.Ta

Ad Agrigento la conclusione del progetto Life Del.Ta

Agrigento, 22 maggio 2007 

Si svolgerà venerdì prossimo 25 maggio alle 9,30, nella sala conferenze dell'Hotel Dioscuri Bay Palace di San Leone, il convegno "Riduzione impatto attività umane su Caretta e Tursiope e loro conservazione in Sicilia" nel quale verranno illustrati i risultati del progetto Life Natura "Del.Ta", promosso dalla Provincia Regionale di Agrigento con i partners Telespazio, CTS, Legambiente in qualità di ente gestore della Riserva Naturale Isola di Lampedusa, Dipartimento di Biologia Animale e dell'Uomo dell'Università di Torino, l'Associazione Generale delle Cooperative Italiane Pesca. I risultati sono già stati illustrati nel corso del convegno della scorsa settimana a Roma, nella sala del cenacolo della Camera dei Deputati. Si tratta di un importante progetto di monitoraggio e conservazione del Tursiope Tursiops truncatus (una delle specie di delfini del Mediterraneo) e della Tartaruga marina Caretta caretta.
Finanziato dall'UE, il progetto Life "Del.Ta" ha lo scopo di realizzare azioni di conservazione per il Tursiope e la Tartaruga marina, specie protette dalle convenzioni internazionali e particolarmente sensibili e minacciate dalle attività umane. Studi e monitoraggio hanno avuto l'obiettivo di predisporre azioni di conservazione riducendo l'impatto della pesca su entrambe le specie, per esempio tramite l'adozione di speciali ami circolari. La cattura accidentale per la Tartaruga marina e le attività di pesca nelle Pelagie per il Tursiope sembrano infatti le minacce più rilevanti. Nel progetto sono state incluse azioni di sensibilizzazione e di divulgazione, indirizzate a pescatori, scuole, grande pubblico e turisti.
Al convegno di venerdì prossimo parteciperanno il presidente della Provincia di Agrigento dr. Vincenzo Fontana, l'assessore provinciale al Territorio e Ambiente avv. Stefano Catuara e l'Assessore Regionale al Territorio e Ambiente on. Rossana Interlandi, a cui verranno affidate le conclusioni. Oltre alla presentazione dei risultati del progetto sono previsti diversi interventi (Patrizia Vinci, dell'Assessorato Regionale alla Cooperazione e Pesca; Pierluigi Fiorentino, del Ministero dell'Ambiente; Giuseppe Sorrentino, Direttore dell'Area Marina protetta delle Pelagie) e le relazioni tecniche illustrate dagli esperti Susanna Piovano, Giusi Nicolini, Giovanni Basciano, Stefano Nannarelli, per la sezione Tartarughe Gabriella La Manna, Federico Celoni e Francesco Paglino per la sezione Tursiopi.

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO