1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
/ Comunicati stampa » 2008 » Novembre » Presentata interrogazione dal cons. Di Prima su Girgenti Acque
 

Presentata interrogazione dal cons. Di Prima su Girgenti Acque

Agrigento, 28 novembre 08

Si riporta di seguito il contenuto dell'interrogazionea risposta immediata presentata dal consigliere Ezio Di Prima (PD),  da trattarsi nella prossima seduta del Question Time, sui disservizi della Girgenti Acque nella gestione del servizio idrico.

Ill.mo Sig. Presidente della Provincia la presente interrogazione viene a Lei indirizzata nella Sua qualità di Presidente dell'ATO IDRICO della Provincia di Agrigento.
Come Lei sa, il passaggio della gestione del servizio idrico dall'Ente Acquedotti Siciliani alla società Girgenti Acque ha causato notevoli disagi e problemi a tutti gli utenti della nostra provincia. In particolare, i disagi sono dovuti alla mancanza di personale addetto, ai ritardi nell'espletamento delle pratiche per nuovi allacci o per volture di contratti e ai costi più elevati rispetto al passato che si stanno registrando per queste pratiche.
In tanti comuni ci sono cittadini che hanno presentato richieste per effettuare nuovi allacci (per esempio per fabbricati acquistati o finiti di costruire) sin dal mese di maggio e purtroppo, a tutt'oggi, non hanno avuto la possibilità di poter definire i loro contratti e, dunque, non hanno potuto avere erogato il prezioso liquido. Dunque il Suo intervento risulta essere urgente e il più tempestivo possibile.
Pertanto, si CHIEDE di intervenire come Presidente pro-tempore dell'ATO IDRICO nei confronti della società Girgenti Acque ed in particolare:
- diffidare, immediatamente, la stessa società per definire tutti i contratti in giacenza per i nuovi allacci o per le semplici volture;
- adire le vie legali qualora ciò non si dovesse verificare nel giro di qualche settimana;
- valutare se ricorrono gli estremi per la risoluzione del contratto di appalto con la medesima società per grave inadempienza agli obblighi contrattuali;
- di vigilare attentamente sui prezzi che la società richiede agli utenti che, da notizie apprese, possono arrivare anche a 1.000 euro per una nuova utenza;
- di interessare del problema anche il Prefetto di Agrigento per l'ipotesi di interruzione di pubblico servizio ma anche per verificare se ci sono atteggiamenti ostruzionistici che la Girgenti Acque pone in essere in attesa che l'Ato Idrico, da Lei presieduto, definisca il tariffario dei prezzi o altri adempimenti in capo allo stesso che la possano avvantaggiare;
- di definire, in ultimo, tutti gli adempimenti di competenza all'Ato Idrico e che possono ritardare quanto in questa interrogazione lamentato per far sì che il servizio di gestione delle risorse idriche possa funzionare normalmente come si addice ad un paese civile come dovrebbe essere il nostro. 

Il Consigliere Provinciale
(Dott. Ezio Di Prima) 

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO