1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
/ Comunicati stampa » 2014 » Febbraio » 6 » Programma "LIFE Natura", attività di educazione ambientale della Provincia nel progetto Tartalife

Programma "LIFE Natura", attività di educazione ambientale della Provincia nel progetto Tartalife

 

Verterà sulle attività di educazione ambientale nelle scuole il ruolo della Provincia Regionale di Agrigento nel progetto comunitario "Tartalife - Riduzione della mortalità della tartaruga marina nelle attività di pesca professionale", finanziato dall'Unione Europea con il contributo, pari al 75% del budget totale, dello strumento finanziario LIFE della Commissione Europea. La Provincia, infatti, è partner del progetto che vede Ente capofila il Consiglio Nazionale delle Ricerche-Istituto di Scienze Marine CNR-ISMAR, con il partneriato di Ente Parco Nazionale dell'Asinara, Fondazione Cetacea, CTS, Area Marina Protetta Isole Egadi, Legambiente, Area Marina Protetta Isole Pelagie Ente Gestore Comune di Lampedusa e Linosa e Consorzio UNIMAR. Si tratta di uno dei 13 progetti italiani ammessi a finanziamento per il 2014, grazie anche al co-finanziamento di Regione Marche - Servizio Territorio e Ambiente PF Sistema della Aree Protette, Rete Escursionistica ed Educazione Ambientale, Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali-Direzione Generale della Pesca Marittima e dell'Acquacoltura.
La Provincia Regionale si occuperà di sensibilizzare i giovani sui problemi legati alla conservazione della Tartaruga marina Caretta caretta, specie prioritaria inserita nella Direttiva "Habitat" e protetta da numerose Convenzioni internazionali, la cui conservazione ha assunto un aspetto strategico per il bacino del Mediterraneo. Le diverse attività prevedono la sperimentazione e diffusione di buone pratiche e il potenziamento di centri di recupero del territorio nazionale., e in questo senso è previsto anche il potenziamento del Centro di recupero Fauna Selvatica di Cattolica Eraclea, che si occupa anche della cura e del recupero delle Tartarughe rivenute ferite per vari motivi.
In particolare l'obiettivo è quello di portare a conoscenza dei giovani l'impatto della pesca professionale sulla popolazione della Tartaruga marina, e in effetti il Tartalife ha l'obiettivo di ridurre il più possibile questo impatto attraverso metodi di pesca razionali.
Il Tartalife è il quinto progetto LIFE al quale ha aderito la Provincia attraverso l'attività del Settore Ambiente e Territorio, diretto dall'ing. Bernardo Barone, continuando una tradizione iniziata nel 1999, nel rispetto delle competenze attribuite dalla normativa regionale alle Province per la tutela dell'ambiente e del paesaggio. Si tratta dell'unica ad avere ottenuto il finanziamento per un numero così elevato di progetti LIFE.

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO