1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
/ Comunicati stampa » 2014 » Giugno » 13 » I.P.I.A. MARCONI Racalmuto: chiesti nuovi locali

I.P.I.A. MARCONI Racalmuto: chiesti nuovi locali

 

Il Libero Consorzio Comunale di Agrigento ha richiesto ufficialmente al Sindaco di Racalmuto la disponibilità di quatto ambienti oltre accessori per allocare le tre classi dell'I.P.I.A. Marconi in attesa che vengano completati i lavori di ristrutturazione dell'immobile appaltati lo scorso  mese di Marzo.
La richiesta, inviata dal commissario Benito Infurnari e dal dirigente del settore Amelia Scibetta, scaturisce dalla comunicazione ricevuta dall'Ufficio ScolasticoProvinciale relativamente all'organico di diritto per l'anno scolastico 2014/2015 dell'Istituto in questione che prevede la costituzione di tre classi per un totale di 70 alunni.
Atteso il notevole decremento nelle iscrizioni, l'Ente ribadisce la necessità della fondamentale collaborazione del Comune di Racalmuto, che, peraltro era già   concordata con i vertici dell'Amministrazione comunale, per scongiurare la chiusura di una scuola in un territorio in cui è socialmente rilevante la sua presenza, e di cui, reciprocamente, si auspica la crescita.
L'Ente ha data la massima disponibilità ad assumersi gli oneri relativi alle spese di propria competenza per garantire l'inizio del prossimo anno scolastico.
Contestualmente il Libero Consorzio chiede alla Scuola di porre in essere, con assoluta tempestività, gli adempimenti di loro pertinenza. Adempimenti, questi ultimi, necessari per evitare eventuali disagi agli studenti.
Nella stessa nota è stato richiesto il coinvolgimento personale del Direttore dell'Ufficio Scolastico per assicurare l'inizio dell'anno scolastico.
Come si ricorderà l'Ente ha già appaltato i lavori, il cui importo complessivo è di euro 682.092,69 aggiudicato all'ATI "CAP D.ED. Di Pasquale. Giuseppa". Si tratta di lavori che miglioreranno notevolmente le condizioni generali dell'istituto di competenza del Libero Consorzio.

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO