1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
/ Comunicati stampa » 2015 » Dicembre » 11 » Pubblicate le graduatorie per l'affidamento di due incarichi nell'ambito del Progetto Tartalife

Pubblicate le graduatorie per l'affidamento di due incarichi nell'ambito del Progetto Tartalife

 

Sono state approvate le graduatorie delle selezioni per titoli di due incarichi professionali nell'ambito del programma di Educazione Ambientale "Scopritarta", previsto nell'azione E3 del  progetto comunitario "Tartalife -Riduzione della mortalità della tartaruga marina nelle attività di pesca professionale".
Le selezioni riguardavano gli incarichi di un Formatore (attività di formazione rivolta a docenti di scuola primaria e secondaria di primo grado della Sicilia che aderiranno al progetto, coordinato dal Libero Consorzio) e di un Tutor didattico on line, che avrà il compito di supportare gli insegnanti partecipanti allo "Scopritarta". Vincitrice di entrambe le selezioni è la biologa dott.sa Daniela Freggi.La graduatoria è stata pubblicata , ed è consultabile, sull'albo pretorio del Libero Consorzio e sulla sezione "Primo Piano" del sito internet istituzionale www.provincia.agrigento.itEntra, dunque, nel vivo il programma di educazione ambientale "Scopri-Tarta", il cui coordinamento per la Sicilia è stato affidato al Libero Consorzio Comunale (ex Provincia Regionale di Agrigento), che in diversi lustri di esperienza con i progetti di educazione ambientale e gli stessi LIFE possiede le competenze e le figure professionali in grado di coordinare questa importante fase progettuale. Un lavoro instancabile, quello del Settore Ambiente nei progetti di conservazione, in particolare in quelli riguardanti la biodiversità e gli equilibri naturali degli ambienti marini. Il progetto comunitario "Tartalife -Riduzione della mortalità della tartaruga marina nelle attività di pesca professionale" è finanziato dall'Unione Europea con il contributo, pari al 75% del budget totale, dello strumento finanziario LIFE+ della Commissione Europea. I partner, con ruoli e professionalità differenti che si completano reciprocamente, sono CNR-Istituto di Scienze Marine (ente capofila), Libero Consorzio Comunale di Agrigento, Ente Parco Nazionale dell'Asinara, Fondazione Cetacea, CTS, Area Marina Protetta "Isole Egadi", Legambiente, Area Marina Protetta Isole Pelagie (Ente Gestore Comune di Lampedusa e Linosa), Consorzio UNIMAR. Cofinanziatori sono invece Regione Marche-Servizio Territorio e Ambiente PF Sistema della Aree Protette, Rete Escursionistica ed Educazione Ambientale, e il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali-Direzione Generale della Pesca Marittima e dell'Acquacoltura. Come più volte specificato, il progetto ha l'obiettivo di ridurre il più possibile l'impatto della pesca sulla popolazione della Tartaruga marina, specie prioritaria inserita nella Direttiva UE "Habitat" e protetta da numerose Convenzioni internazionali, le cui catture accidentali nel Mediterraneo vengono stimate in oltre 130.000 all'anno. Fondamentale, oltre al contributo della ricerca di nuovi sistemi di pesca, la divulgazione e la sensibilizzazione delle marinerie e dell'opinione pubblica, e in questo senso si colloca l'azione del Libero Consorzio nella formazione dei docenti delle scuole che hanno già dato la loro adesione.

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO