1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
/ Comunicati stampa » 2008 » Febbraio » Il Liceo Classico Empedocle dona alla Provincia l'erbario storico
 
Il Presidente reggente Lo Presti e i partecipanti all'incontro
Il Presidente reggente Lo Presti e i partecipanti all'incontro
 

Il Liceo Classico Empedocle dona alla Provincia l'erbario storico

Agrigento, 19 febbraio 2008

L'erbario del Liceo Classico "Empedocle" di Agrigento sarà esposto al Giardino Botanico della Provincia Regionale. Il dirigente del Liceo Empedocle, prof. Giuseppe Patti, ha infatti comunicato stamattina, nel corso di un incontro con il presidente reggente della Provincia ing. Santino Lo Presti, l'intenzione di donare la prestigiosa raccolta di erbe e piante rare alla Provincia Regionale per facilitarne la valorizzazione e la fruizione da parte del pubblico.
Si tratta di un erbario storico, una collezione risalente alla seconda metà dell'800, ben tenuta e di grande valore scientifico. La proposta del prof. Patti è stata accolta con grande interesse dalla Provincia, che stamani ha concordato i termini della donazione alla presenza del dirigente del Giardino Botanico ing. Piero Hamel e del funzionario dr. Giovanni Alletto. All'incontro hanno partecipato anche il presidente del Consiglio d'istituto del Liceo Empedocle dr. Gerlando Riolo e il docente del Liceo prof. Massimo Muglia, che da ex assessore provinciale alla P.I. ha tracciato anche un breve excursus del progetto Giardino Botanico.
"E' un'iniziativa che arricchisce di contenuti il Giardino Botanico" dice l'ing. Lo Presti "che a sua volta contribuisce alla conoscenza del nostro territorio. Ringrazio calorosamente il prof. Patti e il dr. Riolo perché grazie a questa donazione potremo mettere a disposizione della collettività un pezzo di memoria storica e per di più di notevole interesse scientifico".
Prima di essere collocato all'interno del Giardino Botanico, l'erbario sarà sottoposto ad una indispensabile opera di risanamento, per accertare l'eventuale esistenza di muffe o parassiti che potrebbero comprometterne l'integrità e renderne difficile la fruizione. L'ing. Hamel a sua volta ha chiesto alla Provincia maggiori risorse per completare la struttura e renderla fruibile al pubblico in tempi brevi.

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO