1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
/ Comunicati stampa » 2011 » Marzo » Abstract intervista rilasciata agli organi di stampa dal Presidente Eugenio D'Orsi: "Bisogna creare un nuovo senso del futuro"

Abstract intervista rilasciata agli organi di stampa dal Presidente Eugenio D'Orsi: "Bisogna creare un nuovo senso del futuro"

 
D'Orsi Eugenio presidente prov
D'Orsi Eugenio presidente prov

Agrigento, 24 marzo 2011
 
Il Presidente della Provincia Regionale di Agrigento Eugenio D'Orsi,  martedì mattina, dopo la conferenza stampa di presentazione della XIX Giornata FAI di Primavera, si è intrattenuto con i numerosi giornalisti che gli hanno rivolto alcune domande sul nuovo assetto politico all'interno dell'Amministrazione.
" Il mutamento del quadro politico alla Regione Siciliana ha prodotto, inevitabilmente, dei cambiamenti dentro gli Enti locali della Sicilia - esordisce D'Orsi - la Provincia di Agrigento è stata l' ultimo Ente, in ordine cronologico, a modificare l'assetto politico già disegnato nel 2008. È chiaro che chi è rimasto fuori oggi grida al "ribaltone", ma possiamo sicuramente affermare che l' impegno assunto verso la collettività, per le tante cose che vogliamo e dobbiamo fare, è rimasto indiscutibilmente immutato e fedele agli impegni presi in campagna elettorale. Questa amministrazione con grande spirito di serietà e responsabilità e malgrado gli attacchi esterni (spesso molti dimenticano che questo Presidente è stato vittima di pesanti intimidazioni), ha rotto con gli schemi del passato e perseguire una politica di rigore amministrativo e di lotta agli sprechi.
Eugenio D'Orsi non si sottrae a nessuna delle domande rivolte dai giornalisti, che gli chiedono, tra le altre cose, notizie sull'atteso ingresso in Giunta del FLI. " Siamo una compagine amministrativa formata da diverse forze politiche - continua D'Orsi - anche Futuro e Libertà, più volte ha dichiarato ufficialmente, attraverso i Deputati Pippo Scalia e Luigi Gentile, di essere favorevole all'ingresso in Giunta. Ho letto qualche giorno fa che gli stessi, però, hanno alcune riserve nell' entrare a far parte di una Giunta tecnica; hanno confermato, comunque, la loro vicinanza politica a questa Amministrazione. La verità è che dobbiamo lavorare tutti insieme per uscire da questa marginalità territoriale - ha aggiunto D'Orsi - ed è per questo che stiamo lavorando per risolvere l'atavico problema del Bivio Tumarrano; infatti, la Provincia ha posto all'attenzione della Regione Siciliana l'annoso problema della viabilità ed ha ottenuto grazie all' interesse mostrato dal Governatore Lombardo e dall' Onorevole Di Mauro per questo territorio, un trasferimento di 800 mila euro che si sommerà al finanziamento di pari importo che l'Anas destinerà per la realizzazione di una rotatoria a servizio del bivio Tumarrano. Inoltre, è stato siglato l' Accordo di Programma Quadro con l'Anas riguardante il raddoppio dell SS 189 e della SS 115 e la creazione delle varianti esterne a servizio di quest'ultima artera stradale. Tutto questo contribuirà alla messa in sicurezza delle nostre strade"
E parlando di infrastrutture Eugenio D'Orsi è perentorio: " L'Aeroporto si farà! Abbiamo le carte in regola per portare a termine il progetto. Martedì mattina mi incontrerò con i dirigenti della KPMG per definire il business plan a cui seguirà la variante urbanistica che ci consentirà di acquistare i terreni ed, entro la fine di novembre, bandire la gara pubblica per l'assegnazione dei lavori per la gestione dell'Aeroporto".
Alla fine dell'incontro i giornalisti chiedono se medita l'intenzione di ricandidarsi alla guida della Provincia ed, eventualmente, quali partiti lo potrebbero sostenere." E' ancora prematuro parlare di ricandidatura - dice - ma, se dovessi ritenere opportuno, per portare a compimento l'azione amministrativa intrapresa nel 2008, continuare in questa entusiasmante esperienza di governo, chiederò l'appoggio della gente comune. Saranno loro a stabilire se il Presidente D'Orsi ha lavorato bene, per l' esclusivo interesse della collettività amministrata e per lo sviluppo del territorio. Se non dovessi raggiungere gli obiettivi sanciti nel 2008, sarò io stesso a non ricandidarmi. Sono una persona seria che ha sempre dimostrato di lavorare, giorno dopo giorno per il bene del territorio. In meno di due anni questa Amministrazione è riuscita a risanare le casse della Provincia tagliando sprechi ed eliminando carrozzoni inutili. Ho lavorato con lealtà; spesso osteggiato, attaccato e vilipeso con modalità che, in alcuni casi, si sono trasformati in attacchi personali".
L'intervista conclude rispondendo al giornalista che gli chiedeva chi lo avrebbe sostenuto: " Beh, ci sono ancora due anni, ma credo, comunque, che il partito migliore che possa sostenermi sia il partito della gente, con essa , con la gente comune, desidero, ancora una volta, uscire dagli schemi rigidi di una politica che crea aspettative e che non riesce a dare risposte concrete: in poche parole desidero creare, con l'aiuto della gente, un nuovo senso del futuro".

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO